BH5, Nuovo Ospedale di Biella
Il complesso ospedaliero, disegnato per circa 800 posti letto, si è trasformato durante il cantiere in una struttura articolata e polifunzionale: degenze per 500 posti letto; uffici direzionali della ASL; due facoltà inerenti la medicina; sala conferenze ecc..
L’edificio si compone di un elemento principale e di quattro satelliti variamente aggregati lungo il perimetro. Il corpo principale contiene nella parte bassa le strutture operative, le degenze nella parte alta; un grande tetto giardino bordato da un piano tecnico separa i due settori liberando la visuale delle due ali di degenza, dando luce e spazio ai percorsi dei visitatori.
I corpi satelliti contengono il day hospital, le sale operatorie, il settore psichiatria, le attività universitarie e la centrale tecnologica.
L’involucro esterno è stato progettato per smorzare l’impatto notevole della volumetria edificata sottolineando, con colori e materiali diversi, la sovrapposizione delle funzioni interne. Facciate ventilate in fibrocemento con colori e giaciture sempre differenti si alternano a facciate in legno e acciaio a evidenziare quelle parti dell’edificio occupate dai degenti che riportano a una percezione quasi domestica i lunghi prospetti laterali (130 m).
L’intero complesso è calato in una situazione ambientale molto favorevole, sufficientemente lontano dall’edificato urbano e con un’incantevole visione delle vicine Alpi e della grande pianura.
committente
Asl BI, Biella.

gruppo di progettazione
arch. Mauro Strata (capogruppo).

progetto
UNA2 con:
prof. arch. Enrico D. Bona
ing. Elio Montaldo
G. Peluffo, A. Lagorio, A. Femia.

progetto opere strutturali
ing. Luigi Sobrero (progest srl).

progetto impianti
ing. Matteo Bo (prodim srl).

progetto opere geologiche
dott. Cesare Ferrero (lgl srl).

impresa esecutrice
De Lieto spa
dati di progetto
luogo: Biella
progetto: 1997/2000
esecuzione: 2002 in corso
superficie complessiva: 130.000 mq
importo lavori: 100 milioni di €

foto © olga cirone